Lavorare come cuoco? Come iniziare.

Se sei qui, molto probabilmente, anche per te vale il pensiero che Cucinare è una passione.

Molti riescono a trasformare questa passione in un vero e proprio lavoro, aprendo un piccolo ristorante o bar.

Alcuni poi riescono persino a diventare grandi Chef stellati.

Non vogliamo entrare in merito a quanto bisogna impegnarsi e lavorare sodo per raggiungere risultati importanti, in questo come in tutti gli altri ambiti della tua vita, ma vogliamo regalarti alcune informazioni importanti se stai pensando di intraprendere una carriera in cucina.

C’è anche chi è un forte appassionato, ma non ha le competenze e la forze (spesso economiche) per aprire il proprio locale o per iniziare a lavorare facendo la “gavetta”.

Se tu:

  • Vuoi trasformare la tua passione per la cucina in un lavoro;
  • Vuoi cambiare “vita” aprendo il tuo locale;
  • Vuoi approfondire le conoscenze perché lavori già nel mondo della ristorazione;

…allora sei nel posto giusto!

Ti spiegheremo infatti come cominciare una carriera nella ristorazione e diventare un grande Chef o ristoratore senza il rischio di fallire e di buttare nella spazzatura il tuo sogno anche se non sai da che parte iniziare e hai paura di quello che ti aspetta là fuori.

Il panorama della ristorazione in Italia

Ci sono oltre 220 mila imprese che si occupano di ristorazione (fonte Unioncamere) e questo numero comprende tutti i ristoranti, le pasticcerie e le pizzerie che producono un fatturato di circa 70.000.000.000 di € all’anno (fonte Istat).

Insomma, una forte squadra composta da milioni di persone che ogni giorno lavora nel settore della ristorazione e incrementa ogni giorno che passa!

Alla faccia della crisi!

La Cucina Italiana non è semplicemente una festa per la nostra “gola” ma anche uno dei motori dell’Economia Nazionale.

Discorso a parte merita l’estero, dove la cucina italiana è fortemente riconosciuta tanto che esistono più di 90.000 aziende ufficialmente registrate che si definiscono “italiane” e lavorano come ristoranti, pizzerie e pasticcerie.

Sono tutti dati che devono farti riflettere e, sotto un certo punto di vista, tranquillizzarti: il settore della ristorazione in genere è vivo, vegeto e gode di ottima salute.

Il settore non conosce crisi e costruirsi una nuova vita imprenditoriale è possibile.

A patto di sapere come fare.

Lavorare come cuoco o aprire un ristorante? Parti dalle basi

Se sei solamente un appassionato che vuole provare a partire a lavorare nella ristorazione, il nostro consiglio è di partire seguendo due strade:

  • Iniziare a lavorare in una cucina per fare la “gavetta”;
  • Seguire dei corsi professionali;

Qualsiasi strada tu scelga, è molto importante che tu non prenda quella più semplice.

“Quella più semplice? Quale sarebbe?”

Beh è quella di avere una passione, aprire un ristorante e pensare che basti per avere successo. Nulla di più sbagliato.

Questo però non te lo diciamo noi ma sono cose che accadono tutti i giorni! Un esempio è “Cucine da incubo”, lo conosci?

Il programma inventato da Gordon Ramsey (e ripreso in Italia dallo Chef Cannavacciuolo) dimostra che in tantissimi aprono un ristorante senza averne le competenze. Questo accade perché molte persone sono mal consigliate oppure pensano che sia un lavoro “facile”, alla portata di tutti.

A qualcuno, è vero, va meglio perchè fa successo; ma quanti sono in percentuale?

Ma se non ti bastano questi esempi, basta che apri google e cerchi frasi come “ristorante fallito”. La ricerca ti fa scoprire migliaia di locali che ogni giorno aprono e chiudono.

Questo succede perché:

  • L’azienda è strutturata male (l’offerta del cibo, i prezzi, le materie prime, la posizione del locale etc.);
  • Il personale non ha esperienza.

Questo ti porta a perdere un sacco di soldi (spesso sono i soldi di una vita) e a chiudere dopo qualche mese.

Se invece sei già nel mondo della ristorazione e i tuoi affari non vanno molto bene, bisogna iniziare con il prodotto.

“Il prodotto?”

Si, quello che mangiano i tuoi clienti!

Partendo da materie prime di qualità, anche se costano di più, si possono rendere i piatti più gustosi e, con la giusta formazione, anche belli da vedere!

Questo, unito alle competenze, può dar vita a dei piatti unici. Se però mancano le basi, la formazione o l’esperienza, è molto difficile poter creare tutto quello che ti ho descritto sopra!

“Eh ma per fare una pasta cosa ci vuole!”

È vero, una pasta la sanno fare tutti o quasi, ma se vuoi diventare un grande Chef o avere successo con il tuo ristorante devi fare quel tipo di pasta che le persone amano mangiare e sono disposti a tutto per tornare ad assaggiarla da te.

La tua pasta è davvero così inimitabile? 🙂

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto:

  • I numeri in italia delle aziende nel settore ristorazione;
  • Da dove partire per lavorare come cuoco;
  • Da dove NON partire per lavorare in questo settore;

Come avrai capito le possibilità per lavorare in un ristorante, pizzeria o pasticceria sono molteplici e il settore non sta subendo la crisi che ha colpito migliaia di aziende in tutto il mondo.

Ora vorremmo sapere la tua opinione, cosa ne pensi di questi consigli? Sei uno che vorrebbe far diventare la passione per la cucina un lavoro stabile? Raccontaci la tua esperienza o il tuo sogno!

Se invece preferisci iniziare questo percorso oppure vuoi approfondire le tue conoscenze per metterle in pratica nel tuo locale, ti ricordiamo che Qucinando è specializzata in corsi privati per ristoratori, completamente modellati secondo le tue esigenze assieme a docenti che, di esperienza, ne hanno da vendere.

Se sei interessato a scoprire come creare la tua formazione personalizzata, contattaci mandando una email a info@qucinando.com con i tuoi dati per essere ricontattato.

2018-03-29T15:30:07+00:00